CULTURA IN TERRA CAMUNA E-mail

Venerdì 12 ottobre 2012

Centro Camuno di Studi Preistorici di Capo di Ponte
Museo dell’Energia idroelettrica di Cedegolo (Musil)

Agli Amici del Museo è offerta l’occasione di conoscere due luminosi poli di cultura della Valcamonica     


Qualche anticipazione sul
CENTRO CAMUNO DI STUDI PREISTORICI

6
Masso di Cemmo
Attuale direttore del Centro Camuno Studi Preistorici, operante a Capo di Ponte, è il professor Emmanuel Anati che, negli anni ‘50, intraprese sistematicamente lo studio delle incisioni rupestri camune, individuandone i contesti culturali di origine, la possibile datazione e soprattutto i collegamenti con analoghe manifestazioni espressive a livello nazionale ed internazionale.
Il Centro Camuno Studi Preistorici, è infatti oggi punto di riferimento internazionale per gli studi sull'arte rupestre mondiale, grazie anche all'organizzazione di Simposi che annoverano, tra i partecipanti ed i relatori, figure di spicco del panorama archeologico internazionale: nuove scoperte, nuove interpretazioni, nuovi metodi di ricerca e di conservazione dell'arte preistorica e tribale sono solo alcuni dei temi trattati nel corso di tali convegni.
L’architetto Tiziana Cittadini ci accoglierà e presenterà il Centro; è probabile la presenza e il saluto ai visitatori del prof. Emmanuel Anati.


Per avere altre informazioni ---->  clicca qui 

 

Qualche anticipazione sul
MUSEO DELL'ENERGIA IDROELETTRICA

6
Musil di Cedegolo
Il "Musil - Museo dell'industria e del lavoro di Brescia" ha avuto una lunga gestazione iniziata dagli anni Ottanta e perseguita con le prime collezioni all'inizio degli anni Novanta del Novecento.  Il Musil è il primo museo italiano dedicato all'industrializzazione come fenomeno che coinvolge l'intera società, rappresentato attraverso una grande varietà di materiali, organizzati concettualmente in modo unitario. Gli allestimenti del Museo sollecitano un coinvolgimento fisico- razionale- emotivo per spiegare la magica trasformazione di una goccia d'acqua in energia elettrica. Si può infatti seguire il "percorso dell'acqua", dal suo formarsi nell'atmosfera al suo precipitare sulla terra, dal suo condensarsi in ghiaccio al suo raccogliersi nei laghi alpini, dal suo imbrigliamento in dighe artificiali sino all'arrivo nella Centrale Idroelettrica dove, un po' magicamente, si trasforma in elettricità.

L'acqua si raccoglie nei laghi artificiali, raccontati nella stanza delle dighe: un'installazione multimediale documenta la loro formazione e ne descrive forme e caratteristiche. L'allestimento sviluppa in particolare il tema dei bacini, raccontando la costruzione ed il funzionamento delle dighe e i grandi lavori idroelettrici: incontriamo modelli di dighe e sbarramenti, visualizzati e spiegati su una grande superficie curva che ricorda la forma di una diga. 
Questo è solo un accenno di ciò che potremo vedere e capire assieme.


Per avere altre informazioni ----> clicca qui

 

PROGRAMMA

Ore 7.45 Appuntamento alla stazione ferroviaria di Pisogne (da Lovere a Pisogne con mezzi propri) , acquisto biglietti e partenza alle ore 8 per Capo di Ponte (arrivo 8.42). 
Ore 9.30   Visita con illustrazione delle attività del Centro Camuno di Studi Preistorici.   In caso di tempo buono segue visita ai Massi di Cemmo e alla pieve di San Siro.
   Sobrio pranzo (su prenotazione) presso trattoria locale.
Ore 14.42
Partenza dalla stazione ferroviaria di Capodiponte per Cedegolo. 
Ore 15.00  Visita guidata al Museo dell’Energia idroelettrica (Musil) costo ingresso e guida 5 €. Segue, nell'attesa del treno quattro passi in Cedegolo e caffè o the in compagnia. 
Ore 18.12 Treno, rientro per Pisogne (arrivo 19.04).

Per ragioni organizzative e di prenotazione (per chi desidera consumare il pasto in trattoria) si chiede la cortesia di comunicare la propria adesione entro l’8 ottobre per telefono 035 983729 o via mail Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 

  

 
< Prec.   Pros. >